Ilham Aliyev, presidente della Repubblica dell’Azerbaijan, ha annunciato un nuovo importante traguardo per la strategia di difesa del Paese.
L’Azerbaijan ha infatti apportato un importante miglioramento dei suoi sistemi di difesa aerea acquistando gli aerei Alenia Aermacchi M-346 Master (M-346) dall’Italia, un moderno velivolo da addestramento, che sarà presto utilizzato per formare piloti di caccia di quinta generazione.

L’annuncio del presidente Aliyev segue l’importante tabella di marcia dell’Azerbaigian nell’acquisizione dell’attrezzatura militare più aggiornata. Come affermato dall’esperto militare Shair Ramaldanov, questi aerei garantiranno un addestramento ideale per i piloti azeri.

Alenia Aermacchi M-346 Master è un velivolo da addestramento militare transonico, basato sugli sviluppi iniziati con una collaborazione tra lo studio di progettazione Yakovlev di Mosca e l’Aermacchi, che hanno unito le proprie competenze per lo sviluppo del prototipo iniziale.
Dal 2000, Alenia Aermacchi ha portato poi avanti lo sviluppo dell’M-346 Master in autonomia.
Il nome “Master” è stato considerato come la scelta ideale, in quanto sintetizza la filosofia dell’M-346 come il miglior strumento di addestramento per i futuri piloti e permettere agli studenti di ottenere il livello più alto in termini di formazione.
L’M-346 è alimentato da una coppia di motori turbofan Honeywell F124. È in grado di effettuare voli transonici senza utilizzare un postcombustore, disegnato per ridurre i costi di operativi e di manutenzione.
L’aereo ha una manovrabilità eccezionale grazie ai materiali compositi altamente tecnologici e alle varie soluzioni aerodinamiche utilizzate. Può raggiungere 1.085 km/h a un’altezza di 1.500m.

 

 

I caccia di “quinta generazione” rappresentano un importante passo avanti, integrando tutte le capacità dei cacciabombardieri delle generazioni precedenti con l’aggiunta della tecnologia stealth. Questi velivoli possono quindi colpire prima di essere identificati, volando praticamente indisturbati nello spazio aereo ostile. Sono in grado di completare la missione anche in un ambiente ostile dotato di difese antiaeree e possono ottenere la superiorità aerea anche in inferiorità numerica.

La dichiarazione dell’accordo tra il Ministero della Difesa dell’Azerbaijan e la compagnia aerospaziale Leonardo S.p. è stata firmata durante la visita di stato del presidente Ilham Aliyev in Italia.
Il presidente Aliyev ha sottolineato l’importanza per l’Azerbaijan di acquisire le attrezzature più recenti e avanzate.
Il documento è stato firmato dal ministro della Difesa, colonnello generale Zakir Hasanov e dal CEO della società italiana Leonardo S.p.A.

L’M-346 è attualmente utilizzato da Israele (30 velivoli), Italia (18 velivoli), Polonia (16 velivoli) e Singapore (12 velivoli).

L’accordo consolida anche un’altra importante partnership tra Italia e Azerbaijan. Questa è un’ulteriore prova della visione aziendale di Sinalco, poiché la società sta lavorando attivamente per rafforzare le connessioni tra i due paesi e costruire ponti culturali per chiunque desideri investire in Azerbaijan e trovare una proficua espansione del proprio settore di mercato nella regione del Caspio.

Share This