La 43ª sessione del World Heritage Committee si è tenuta a Baku, in Azerbaijan, dal 30 giugno al 10 luglio 2019.

La sessione ha fatto seguito all’invito del governo della Repubblica dell’Azerbaijan.

Il ministro della cultura dell’Azerbaijan, H.E. Abulfaz Garayev, era stato precedentemente nominato nuovo presidente del comitato, insieme a rappresentanti di altri paesi.

Il 6 luglio 2019, il World Heritage Committee ha anche iscritto sette siti di interesse culturale nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.
I siti sono: Budj Bim Cultural Landscape (Australia), Dilmun Burial Mounds (Bahrain), le Rovine archeologiche di Liangzhu City (Cina), Jaipur City, Rajasthan (India), la Ombilin Coal Mining Heritage di Sawahlunto (Indonesia), Mozu-Furuichi Kofun: il gruppo di tombe a tumulo del Giappone antico (Giappone) e i Megalithic Jar Sites a Xiengkhouang – Plain of Jars (Repubblica democratica popolare del Laos).

In precedenza l’Azerbaijan aveva già avuto due siti registrati nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: la Città Vecchia, indicata anche come la Città fortificata di Baku con il Palazzo di Shirvanshah e la Torre della Fanciulla, e il Paesaggio di interesse culturale che fa capo all’Arte Rupestre di Gobustan.

L’8 luglio 2019, anche il centro storico di Sheki in Azerbaijan, che comprende il Palazzo del Khan, è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, con grande soddisfazione da parte di tutti gli operatori e le autorità che hanno partecipato all’incontro.

 

La città di Sheki è un sito storico, in gran parte ricostruito nel XVIII secolo, situato ai piedi delle montagne del Grande Caucaso e del fiume Gurjana, che divide la città in due parti, dove la parte antica è quella costruita sulle pendici della montagna.
L’antica architettura azera è visibile nel centro storico di Sheki, dove è possibile ammirare case tradizionali con alti tetti a due spioventi. Il complesso che comprende il Palazzo del Khan e alcune case di mercanti, è una vera meraviglia di arte e creatività, che riflette la ricchezza e il potere della regione, acquisiti dal commercio di bozzoli di bachi da seta.
La facciata del Palazzo del Khan è ricoperta da un mosaico di vetro policromo, incastonato in un reticolato di legno, chiamato Shebeke. È sbalorditivo scoprire che la facciata è costruita senza chiodi o colla.
La città di Sheki era stata uno famoso e importante centro di commercio lungo la via della seta.

L’Azerbaijan è un paese con un grande patrimonio storico e delle tradizioni radicate, ed è possibile visitarlo durante tutto l’anno.
Dopo la 43ª sessione del World Heritage Committee, potrai goderti un nuovo sito culturale riconosciuto dell’UNESCO, che sta già registrando una straordinaria presenza turistica negli ultimi anni.
Se tu o la tua azienda state già collaborando con Sinalco e l’Azerbaijan, prima o poi godrete della calorosa ospitalità della gente azera e vivrete alcune preziose esperienze culturali, allo stesso tempo avendo la possibilità di condividere nuove opportunità e nuovi accordi commerciali.

Share This